sulle ciglia di una stella

Ci sono quadri di cielo che mi accolgono in viaggi improbabili dentro me. Ogni giorno mi cambiano la scenografia, il resto lo metto io. Non so nemmeno cosa, so che le stagioni si inseguono con i loro brividi di vento che cambiano ogni giorno, ogni istante, come le mie emozioni, come la mia vita. Mi fermo sul bordo di una roccia che mi da il senso di infinito. Mi siedo e ti penso. Chissà dove sei, non ti vedo da anni, ho addosso ancora quella tua mano che scrive e che butta fuori spruzzi di zolle di cielo, anche in giorni dove prendevamo botte di buio, quell’azzardo e il volo pulito degli aquiloni. Cerco una carezza, la trovo pasticciando il mio volto di vento. E torno a sorridere. Una carezza è la calligrafia del cuore. Un calco che rimane. Che prende la forma del mondo che vorrei. E mi abbandono a me. II segreto della forza sta proprio nel lasciarsi andare. Gli spigoli di una nuvola che cerca spazio ovunque, sono pagine di occhi di angeli, sono stelle di panna montata. Sono curve indecifrabili di uccellini su foglie di luna. La luce dei lampioni illumina una donna che si arrampica sulle ciglia di una stella, lasciando il mondo a farsi gli affari suoi, quegli affari che non contano nulla. Io che riesco a mettere l’anima in tutto. Tranne che in pace.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...